Stampa

Ricette

Ricette

Ricette

Una bella ricetta creata da Enrico Azzimonti, con i nostri ceci neri.

"Vellutata di Ceci Neri Delsud (partendo dai ceci) con gamberi atlantici marinati con Curvoisier, olio, sale nero di Cipro, pepe rosa. I ceci sono stati cotti con rosmarino (dopo un ammollo di 12 ore in acqua! n.d.r.), sale della riserva naturale di Trapani, pepe nero di Giamaica e olio amaro fruttato di Torre Pozzella Ostuni. In cottura profumo di agrumi ... Al palato morbido sapore corposo e spumosi in mousse di cottura..." E.A.

GambVellutCeciNeri

Farinata1pic

Farinata (delsud) con farina di ceci neri

200 gr. farina di ceci neri, 600ml acqua, 20 gr. d'olio d'oliva per l'impasto, il doppio circa per ungere la teglia. Mescolate bene la farina di ceci e l'acqua (aggiungetela un po’ alla volta) per evitare grumi, fino ad ottenere un composto molto liquido. Fate riposare fuori dal frigo per un paio d'ore. Se si formerà della schiuma sulla superficie, rimuovetela con un cucchiaio di legno. Aggiungete l'olio per l'impasto, il sale e mescolate ancora. Riscaldate il forno a 220°. Ungete una o due teglie (dipende dal diametro), meglio se antiaderenti. Il composto versato non superà i 5/7 mmi di spessore. Il tempo di cottura è di circa 20/30 minuti. Servire ben calda e, se piace, con una spolverata di pepe.

vellutataCeciNeriPIC

Vellutata (delsud) con farina di ceci neri. Ricetta molto rapida e versatile, da gustare come primo piatto semplice, come condimento per la pasta o come paté per condire antipasti. Tutto dipenderà dalla consistenza che vorrete dargli. Qui le dosi per per un primo piatto con cremosità media (x 2 persone): 50gr di farina, 450ml d'acqua, sale e 2 cucchiai d'olio per condire. Sciogliete la farina con metà dell'acqua (fredda), direttamente in pentola. Dovrà essere priva di grumi e liquida. Mettetela sulla fiamma medio/bassa rimestando sempre. Dopo 3/4 minuti inizierà ad addensarsi a questo punto aggiungerete in 2 volte il resto dell'acqua, preriscaldata. Proseguite per almeno 10/12 minuti. Ora sarà cotta, salate e scegliete se proseguire o spegnere, a seconda della cremosità desiderata. Versate in due ciotole e condite ognuna con un cucchiaio d'olio. Ora potete aromatizzare a piacere con rosmarino, timo, peperoncino, scaglie di tartufo, pezzetti d'aglio saltati in padella... non avrete che l'imbarazzo della scelta!

Il Pane fatto in casa da Patrizia Ledda.

Nelle sue personali ricette di Pani, Patrizia ha usato anche le nostre farine di farro e ceci neri.

 

PaneA

Fantasia di Riso Venere con ceci neri, firmato da Eliseo. Si parte con un soffritto di scalogno, porri e carote con olio e curcuma. Si aggiungono quindi le patate a cubetti, da rosolare bene in olio e curcuma. Si aggiunge un po' d'acqua, sale e pepe e si lascia cuocere fino a che le patate non siano morbide. Si aggiungono poi il riso venere e i ceci neri precedentemente cotti, si mescola tutto aggiungendo un altro po' di sale, pepe e prezzemolo. Servire con un filo d'olio!

EliseoPIC
PanealFarro2

PANE AL FARRO

Una nostra cara amica ci ha mandato foto e ricetta di un pane al farro, fatto con la nostra farina DELSUD. Queste le dosi di Elena: 500 gr. farina di farro, 100 gr. farina 0, 120 gr. pasta madre, 380 gr acqua, 15 gr c.a. sale, un cucchiaino di zucchero. Impastato alla sera, lievitato tutta la notte, cotto alle 8 del mattino... fotografato a mezzogiorno, mangiato a pranzo. Grazie Elena!

Da Angelo: Riso e Ceci neri

Ecco una bella ricetta per un primo piatto semplice, gustoso e nutriente. Ce la suggerisce Angelo, un amico del nord che ama il sud, e perciò ha mixato due prodotti tipici: riso del nord e ceci del sud. Amalgamati con del semplice burro. Nord e Sud uniti nella lotta per il buon gusto!

RisoeCeciNeri
TortaUmbraB

Torta Umbra (salata) di Enrico Azzimonti

500 g Semolato di grano duro DELSUD ,35 g lievito madre, 15 g sale, 10 g zucchero, 300 ml (o 3 bicchieri colmi) così suddivisi:  1 di olio, 1 di acqua, 1 di latte; poi ancora 4 uova, 350/400 g pecorino grattugiato. Unisci alla farina lo zucchero e il lievito, mescola e poi aggiungi acqua e latte e impasta. Poi metti il sale, lontano dal lievito, rimpasta, aggiungi uova, olio e pecorino, e rimpasta . L'impasto deve risultare liscio e umido, puoi ammorbidire con latte qb. (se il pecorino é molto salato evitare i 15 g di sale). Poi metti tutto in uno stampo per panettone o stampo alto, copri con un canovaccio umido o usa la pellicola per trattenere l'umidità. Metti in luogo tiepido (si può mettere anche un panno di lana attorno allo stampo), lascia lievitare per almeno 2 ore anche 40 min in più. Deve raddoppiare. Poi inforna a forno caldo 200/220 gradi, se ventilato puoi poi abbassare tra i 180 e i 200. Io
metto una ciotola con acqua dentro il forno e la griglia sul supporto basso. Cuoci per 20/30 minuti o fino a quando non é dorata. Poi lascia riposare e, se la mangi il giorno dopo, mantieni l'umidità della torta non lasciandola all'aria. Di solito in Umbria la mangiano con insaccati nostrani a fette o uova sode ... É una ricetta della tradizione di pasqua. Devo dire che la ricetta tradizionale prevede un misto di farine ma usando solo quella DELSUD é venuta molto più buona. Equilibrata nel sapore più leggera e friabile. L'ingrediente di base ha fatto la differenza.

Ricetta vegan dei biscotti di Paola Carallo, designer, realizzati con la nostra farina di farro: "100g farina di farro, 100g farina di grano 00, 50g farina di segale, 50g crusca, chiodi di garofano, cannella, anice stellato. 1/2 cucchiaino di Bicarbonato e 1/2 cucchiaino di aceto che insieme schiumano e fungono da lievito. Una spruzzata di polvere di stevia per dolcificare (o miele, o malto di riso). Impastare il tutto con latte di avena, stendere la pasta (con mattarello) spessa 8mm e tagliare i biscotti a rettangolini. Infornare a 160° per 20-25minuti." Grazie Paola! Biscotti_PaolaPIC
RicettaAngela

Vellutata di carote con “galets” de semola, ricetta della designer colombiana Angela Lopez. per 4 persone. Preparazione : 15 min. Cottura: 15 min. 600gr di carote, 1Lt di brodo di verdure,
sale, pepe, noce moscata, 50gr burro, 1 uovo
100 grammi
semolato DELSUD, 2 cucchiaini di prezzemolo e basilico tritato. Sbucciare le carote e tagliarle a tocchetti → cuocere nel brodo di verdure per 10 min→ aggiustare sale, pepe, noce-moscata. Mettere il tutto nel mixer e frullare. A parte: mescolare uovo+burro morbido finché sia un composto soffice. Mousse +semola +prezzemolo e basilico. Mescolare e lasciare riposare 15 min. Mettere a bollire abbondante acqua salata, formare delle palline con l'impasto e buttarle nell'acqua bollente per 10 min. Servire la vellutata. Grazie Angela!

Pane con farina di farro : 750 gr di Farina di Farro, 1 dado di lievito di birra,  acqua tiepida (preparatene 6/700 ml almeno e poi userete solo il necessario), 1/2 cucchiaio d'olio extravergine d'oliva,  un pizzico di sale. Prendere una coppa grande, calcolando che l'impasto dovrebbe quasi raddoppiare il proprio volume. Creare un "vulcano" con la farina, sciogliere il dado in una tazza di acqua tiepida, quindi mescolare gli ingredienti partendo dal centro del vulcano. Impastare bene fino ad ottenere una massa omogenea, molto morbida, quasi cremosa. Coprire con pellicola di plastica o (piccolo trucco ecologico) con un coperchio che avrete precedentemente spennellato d'olio così che se l'impasto dovesse raggiungere il coperchio sarà più facile staccarlo. Far riposare a temperatura ambiente (se fa troppo freddo coprite il tutto con una copertina leggera) per circa un'ora e mezza. Trascorso questo tempo l'impasto dovrebbe aver quasi raddoppiato il volume. Rimpastare molto bene il tutto per 4/5 minuti e adagiare quindi l'impasto, componendo una bella pagnotta, in una teglia da forno ben oliata, bordo alto, diametro tra i 24 e i 30 cm (dipende da quanto è cresciuto l'impasto). Lasciar riposare a temperatura ambiente ancora per un'ora, quindi mettere a cuocere  in forno già caldo a 220°, per 40/45 minuti. I tempi di cottura variano a seconda dell'impasto, del suo peso/volume, del forno (se elettrico o a gas, se grande o piccolo...) e delle stagioni, perciò il consiglio è di controllare bene le ultime fasi della cottura. Buon impasto!